Dal 19 al 22 luglio, nel cuore del Salento, a Specchia, in uno dei borghi più belli d’Italia e Bandiera arancione del Touring Club, in provincia di Lecce, si svolge la XIV edizione della Festa di Cinema del Reale ideata da Big Sur e diretta da Paolo Pisanelli.

Oltre 50 proiezioni su due schermi, tra eventi speciali e prime italiane; mostre dispiegate nelle sale del Castello Risolo, piazze, chiese sconsacrate, corti e palazzi nobiliari; son previsti inoltre laboratori, performance, live set, visite guidate, mercati del gusto ed happening.

Come da tradizione, tre parole chiave a ispirare la programmazione: mostri / miracoli / meraviglie. Anche quest’anno spazio alle creazioni visive più originali, alle visioni inedite, alle produzioni in grado di raccontare meglio le trasformazioni della società, a partire dal Mediterraneo e dall’Europa.

Fra i primi nomi confermati, il regista cinese Huang Wenhai che presenta in anteprima italiana la sua ultima opera “We, the Workers”, un tuffo nel cuore di quell’area geografica, il sud della Cina, che viene definita la più grande fabbrica del mondo per raccontare la condizione e lo stato dei diritti dei lavoratori. Si rinnova inoltre anche per l’edizione 2017 la preziosa collaborazione con Wanted – Cinema che quest’anno presenta opere come “Mr. Gaga” di Tomer Heymann, tra i registi presenti al festival; “I am not your Negro” di Raoul Peck, “Robert Frank. Don’t Blink” di Laura Israel, “Station to Station” di Doug Aitken e “Robert Doisneau – la lente delle meraviglie” di Clementine Deroudille.

Ospiti d’eccezione e focus speciale sulla produzione degli ultimi anni in Iran e Kosovo, Israele e Stati Uniti, proiezioni fino a notte fonda nella sala cinematografica sotto le stelle nella piazza del Castello Risolo di Specchia ma anche aperitivi musicali, installazioni, performance, seminari, workshop e colazioni con gli autori presenti in programma.

La Festa di Cinema del reale è una manifestazione culturale unica in Italia: né festival né rassegna ma una grande festa di sguardi e di scambi culturali che coinvolge autori, produttori, semplici appassionati, studenti e turisti provenienti da tutto il mondo e gli abitanti di questa meravigliosa cittadina dall’impianto medioevale. Una vera esperienza collettiva che per quattro intense giornate realizza l’idea di un cinema di comunità e che a ogni edizione vede aumentare esponenzialmente la partecipazione del pubblico.

Un viaggio di conoscenza e di scoperta verso i territori più affascinanti che delineano l’orizzonte del cinema documentario: grandi reportage, inchieste storiche, narrazioni classiche e visioni spericolate, film di famiglia, film-saggio e diari personali. Opere di autori affermati ma anche le produzioni più nascoste del cinema indipendente, espressione di un cinema che spesso dispone di poche risorse economiche ma che è in grado di raccontare meglio e in profondità il nostro tempo, da diverse prospettive geografiche, politiche, culturali.

Chi dice La Festa di Cinema del reale dice anche Sguardi e Visioni, sezione dedicata alle arti visive; colazioni con gli autori, laboratori per il cinema, fotografia, scrittura; happening, aperitivi musicali; performance e un mitico party, diffuso tra la terrazza delle “meraviglie” e piazza del Popolo, che segna come ogni anno la chiusura del festival.

Realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission e dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale – a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV, La Festa di Cinema del reale è un evento culturale e creativo ideato e realizzato dalla società cooperativa Big Sur con le associazioni culturali OfficinaVisioni e Cinema del reale, in collaborazione con Comune di Specchia, ATS Core a Core, GAL Capo di Santa Maria di Leuca, Comune di Corigliano d’Otranto, Comune di Alessano, Comune di Calimera e di molte aziende, associazioni e privati e il patrocinio del Distretto Produttivo Puglia Creativa e dell’Università del Salento, per promuovere e sviluppare le narrazioni del reale e il cinema documentario realizzato in Italia, nei paesi del Mediterraneo e nel mondo.